Comune di Contrada » Onorificenze
Santo del giorno
Google

Albo Pretorio Online

Albo pretorio

Concorsi

Concorsi

Bandi ed esiti

Bandi di gara

S.U.A.P.

Sportello Unico Attività Produttive

P.E.C.

Piano di Emergenza Comunale

Piano Urbanisti. Comunale

Piano Urbanistico Comunale

IBAN

Codici IBAN del Comune

Monte Faliesi

San Michele Arcangelo e il pellegrinaggio sul Monte Faliesi 

2012

 

GRAZIE LYCOS

Guarda il VIDEO

 

MonteFaliesi


 

MonteFaliesi


 

MonteFaliesi

RSS di - ANSA.it

Onorificenze

Onorificenza Balsamo Onorificenza al "Merito della Repubblica", consegnato il riconoscimento al Sig. Carmine Balsamo detto Nino

 

(01.06.2017) Questa mattina, presso la Prefettura di Avellino, la cerimonia di consegna del riconoscimento, conferito dal Capo dello Stato al Sig. Carmine Balsamo, detto Nino, che si è distinto in attività lavorativa.

 

La cerimonia di consegna delle onorificenze, conferita al Sig. Carmine Balsamo si è tenuta questa mattina, nel corso di una cerimonia all'Ufficio Territoriale del Governo, alla presenza del prefetto di Avellino, Carlo Sessa, dell'Assessore Giovannino Tucci e delle massime autorità civili e militari della provincia. A ritirare il titolo la famiglia, la vedova Maria Luisa Grasso e i figli Francesco e Annamaria, visto che da poco più di due mesi il neo insignito è venuto meno, all'improvviso, all'affetto dei suoi cari e di tutti coloro che lo conoscevano.

 

"Con queste onorificenze - ha ricordato il prefetto Sessa - si vogliono distinguere quelle persone che hanno dato corpo, concretamente, ai valori costituzionali nei campi più svariati delle attività umane, dalle arti e le lettere, dal pubblico impiego alle attività di carattere sociale. Un concetto a mio avviso molto bello, che mette in luce come la distinzione del singolo avviene comunque con riferimento alla collettività. E’ un voler esaltare la parte migliore del Paese, la parte che con il suo lavoro silenzioso ha reso e rende possibile al nostro Paese di resistere a tante vicende difficili”. "Mi piace anche ricordare - ha aggiunto il prefetto - la definizione recentemente utilizzata dal presidente Mattarella, che nel conferire queste onorificenze, ha parlato di eroi della quotidianità, per indicare come spesso con il lavoro silenzioso, costante, e con dedizione, si riesce a contribuire al benessere generale e si riesce a far fare a ciascuno la propria parte per il bene del Paese.".

 

"Questo titolo a coronazione di una carriera pubblica e privata da rispetto. Sempre impegnato nell'attività politica del paese nonché sempre pronto ad aiutare i più deboli. Contrada, e non solo, ha perso un uomo di valore, un lavoratore geniale e generoso, un simbolo della nostra terra." continua il primo cittadino, Dott.ssa Filomena Del Gaizo, "Il modello del Paese al quale aspiriamo tutti, si rispecchia nella storia e nell'esperienza di vita di Nino. Spero possa davvero essere d’esempio per le nuove generazioni, e spero che un giorno la dedizione che l'amico Carmine ha mostrato in questi anni non sia considerata un’eccezione, ma la normalità per tutti. Premieremo, sicuramente, l'amico Nino con una targa riconoscendo in lui un uomo e politico esemplare che con la sua lealtà, semplicità, umanità, disponibilità e per ultimo con il suo 'silenzio' ha condiviso per anni e per tutti, le sorti dell'intera comunità. Una persona unica e speciale". Queste le parole a caldo del Sindaco, al termine della cerimonia di premiazione.

 

Ma ripercorriamo insieme quella che è da tutti considerata "una vita in politica per il bene del suo paese". Nino viene eletto, per la prima volta nel 1970, a 26 anni, come Consigliere di Minoranza con candidato Sindaco Arcangelo Grimaldi. Una legislatura da oppositore la sua, che aiuta Nino a crescere come politico.

E' il 1980 l'anno della svolta. Nino Balsamo ci riprova con il candidato Antonio Gaeta e per 3 volte consecutive Nino viene eletto consigliere comunale di maggioranza. Quindici anni spesi al servizio della comunità. Erano gli anni della ricostruzione quelli, del post terremoto e Nino contribuisce molto a quelli che sono stati considerati "14 anni di conduzione brillante dell'Amministrazione Comunale" (intervento del Consigliere di Minoranza Francesco Oliviero nella seduta consiliare del 30 aprile 1994). 

Nel 1994, e precisamente l'8 aprile, ad un anno dalla fine del mandato, il Sindaco Antonio Gaeta, è costretto a dimettersi comportando la decadenza della rispettiva Giunta. Nino anche con il nuovo esecutivo, condotto dall'Arch. Marianna Penna, porta a termine, egregiamente, il proprio impegno elettorale.

Quella poteva sembrare, per molti, l'ultima esperienza per chi come Nino aveva già quasi speso 25 anni nella politica locale. Ma nel 1999, con il meccanismo delle preferenze, Nino si ripresenta con l'Avv. Carmine Mariano ma lo schieramento cede il passo alla seconda amministrazione Tranfaglia e Nino, con 90 preferenze, non viene eletto neanche come Consigliere di Minoranza.

Il tramonto non era ancora iniziato. Nel 2004 Nino decide di riprovarci. Continuare a dare per lo sviluppo del proprio paese la sua prerogativa. Decide di farlo con la candidata a Sindaco Rachele Gaeta contro la prima amministrazione Iannaccone. Erano i mesi successivi alla morte del Dott. Emilio Tranfaglia e Rachele Gaeta esce sconfitta dalla tornata elettorale per una manciata di voti, ma Nino questa volta, con 135 preferenze, secondo solo a Michelino Oliviero con 170, riesce ad entrate in Consiglio Comunale come Consigliere di Minoranza. Attenta opposizione la sua anche se il suo intento era quello di riportare il proprio contributo tra i banchi della Maggioranza.

Cosa che gli riesce nel 2009, con 169 preferenze (primo eletto), quando la seconda amministrazione Iannaccone la spunta sulla prima candidatura della Dott.ssa Filomena Del Gaizo. Nino entra in Giunta Comunale e finalmente è pronto a dire di nuovo la sua: "... portare avanti un discorso concreto per il bene della nostra comunità..." (dalla sua nota del 06.03.2012 - deliberazione di C.C. n. 2/2012). Entusiasmo che svanì a metà mandato, infatti il 7 marzo 2012 l'Assessore Carmine Balsamo detto Nino rassegna le proprie dimissioni dalla carica di Assessore rimettendo nelle mani del Sindaco le deleghe a lui conferite. Altro modo di fare politica la sua, altri tempi rispetto agli anni d'oro: "... Chiedo scusa a tutti i cittadini di Contrada che contavano su di me e sul mio contributo politico e a tutti i dipendenti comunali che non hanno avuto la possibilità di avere uno scambio di idee con il sottoscritto..." (dalla sua nota del 06.03.2012 - deliberazione di C.C. n. 2/2012). Chiudeva così la sua nuova esperienza da Assessore Comunale con tanto amaro in bocca e con ancora tanta voglia di fare. Concluse il suo mandato come Consigliere Comunale attento e sempre vicino alle problematiche dei cittadini. Importante fu nell'ottobre 2012 il suo interessamento alla risoluzione "... dell'increscioso problema della bruciatura di piccoli residui agricoli (fogliame e sterpaglie) che assilla, ormai da anni, i proprietari terrieri, anche piccoli, della nostra comunità" (dalla sua nota del 03.10.2012 - deliberazione di C.C. n. 12/2012).

La sua caparbietà, però, non lo ha fatto arrendere, la sua dedizione e l'amore per il suo paese lo hanno reso ancora una volta protagonista. Nel 2014, infatti, decide di ricandidarsi con Bernardo Addivinola raggiungendo le 108 preferenze di lista (secondo eletto, dietro solo alla Dott.ssa Carmela Melillo con 144). E' la Dott.ssa Filomena Del Gaizo a vincere la competizione elettorale, però, e Nino diventa per l'ennesima volta Consigliere di Minoranza. Meno di tre anni quest'ultima esperienza prima che la vita decidesse di non sorridergli più. Strano scherzo del destino il suo che non è riuscito a vivere l'insignito momento. Tre anni, quest'ultimi, di minoranza attiva e costruttiva e tanti interventi in Consiglio Comunale. Suggerimenti e proposte atte sempre a migliorare la vita dei cittadini. Tante anche le precisazioni come quella "voglio far notare al Sindaco che non è la sola a rinunciare alle proprie spettanze. Sarebbe opportuno dire, ogni tanto, che anche altri consiglieri hanno seguito la stessa strada." (deliberazione di C.C. n. 16 del 20.05.2016).  

47 anni di storia, solida istituzione, onesto e capace, critico osservatore e sempre attento alle mosse di tutti i giocatori. Un politico d'altri tempi. Un uomo che mancherà, sicuramente, a tutti.

Buon viaggio Cavaliere...

 

 

Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino
Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino
Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino Onorificenza di Cavaliere al Sig. Carmine Balsamo detto Nino
Onorificenza Balsamo Onorificenza Balsamo
Comune di Contrada
Via Luigi Bruno, n. 79
Tel. 0825.674081 - FAX 0825.660977

email protocollo@comune.contrada.av.it 

 

P.IVA 00280880642 - Codice Fiscale 80001930645

Codice ISTAT Provincia 064 - Codice ISTAT Comune 029 - Codice Catastale C971

 

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.65 secondi
Powered by Asmenet Campania