TAssa smaltimento Rifiuti Solidi Urbani

TARSULa TARSU è la tassa sulla raccolta dei rifiuti solidi urbani, che si paga per il servizio di smaltimento dei rifiuti. Tale tassa è istituita secondo le disposizioni del D.Lgs. 15 novembre 1993, n. 507 e con l'osservanza delle prescrizioni e dei criteri di cui nel Regolamento TARSU e con l’introduzione graduale di quanto stabilito dal D.Lgs 5 febbraio 1997 n. 22 e successive modificazioni e integrazioni e dal D.P.R. 27 aprile 1999 n. 158 e successive modificazioni e integrazioni. Sono tenuti al pagamento della TARSU tutti coloro che occupano o detengono locali nel territorio comunale. Essa viene calcolata in base alla superficie dei locali occupati, a prescindere dal numero di persone che li detengono. Oltre a variare da Comune a Comune, la TARSU cambia anche a seconda dell’uso cui l’immobile è destinato.

La TARSU è disciplinata da un apposito Regolamento TARSU.

 

In particolare, quando si ha a disposizione un immobile, il cittadino ha l'obbligo di autodenunciare per l'occupazione del nuovo immobile. La denuncia può essere effettuata direttamente all'ufficio preposto. Il Comune può esigere l’esibizione, da parte del contribuente, della planimetria per accertare l’effettiva superficie dei locali oggetto della denuncia e/o quant’altro ritiene necessario al fine dell’emissione del ruolo. Alla stessa maniera, quando si lascia un immobile occorre presentare la dichiarazione di cessazione. Se si effettua un cambio di abitazione, occorre presentare entrambe le dichiarazioni (cessazione ed iscrizione). Le variazioni all'applicazione della TARSU, avvengono tramite istanza, presentata dal contribuente.

 

Modullo di denuncia occupazione immobile - persona fisica

 

Modulo di denuncia occupazione immobile - società

 

Modulo di denuncia cessazione immobile

 

L'importo della tassa varia in base alla superficie, all'uso cui l'immobile è destinato e dalle tariffe per unità di superfice dei locali ed aree compresi nelle singole categorie o sotto categorie deliberate, ciascun anno, dalla Giunta Comunale, a norma dell'art. 69 1° comma, del D.Lgs. 15.11.1993 n. 507. In caso di mancata deliberazione si intendono prorogate le tariffe approvate per l'anno precedente.

Di seguito le tariffe vigenti approvate prima con deliberazione di G.C. n. 91 del 05.11.2013 e poi con deliberazione di C.C. n. 39 del 06.12.2013 (allegato alle deliberazioni):

 

 

CategoriaDescrizioneEuro/mq
Cat. IAbitazioni private e locali ad uso abitativo€ 3,10
Cat. IILocali destinati ad uffici pubblici o privati, a studi professionali e simili€ 4,85
Cat. IIINegozi e botteghe commerciali€ 4,85
Cat. IVStabilimenti industriali ed opifici artigianali, pubbliche rimesse, depositi bagagli, ecc.€ 4,31
Cat. VLocali destinati a circoli, sale di convegno, teatri, cinematografi, esercizi pubblici, osterie, trattorie, ristoranti, caffé, bar€ 4,31
Cat. VIAlberghi, collegi, convitti, seminari, pensione, case di cura, ecc.€ 4,31

 

Comune di Contrada
Via Luigi Bruno, n. 79
Tel. 0825.674081 - FAX 0825.660977

email protocollo@comune.contrada.av.it 

 

P.IVA 00280880642 - Codice Fiscale 80001930645

Codice ISTAT Provincia 064 - Codice ISTAT Comune 029 - Codice Catastale C971

 

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.419 secondi
Powered by Asmenet Campania